uno di quei giorni – un lunedì per caso.

se ne parlava stamattina con una delle miei migliori amiche immaginarie di facebook, che tutto di solito comincia di lunedì ed è così bello pensare che si cambia pagina, che si passa dalla tragedia all’opportunità, dal disconforto allo star super meglio, insomma dall’ ieri all’adesso in poi. le cose che cominciano. belle preziose e emozionanti, le cose che cominciano. e io dico – che non li amo io lunedì, mai amati – insomma io dico, che ogni giorno è il lunedì metaforico di quel particolare momento della tua vita. io sono una da venerdì, ce l’ho scritto in faccia il mio leggero e beffardo sorriso da venerdì; c’ho l’aria un po’ concentrata, ma un po’ già anche svagata di tantissimi venerdì; sono mezza elegante e mezza cialtrona come le diciotto e trenta, di un venerdì qualsiasi. insomma: io – che sono un venerdì fatto e finito – onoro oggi e qui e adesso e rullo anche i tamburi se volete, col mio cominciare: con un lunedì che dovrebbe essere per scelta, mentre invece è solo ed assolutamente … un lunedì per caso.

riccione agosto 2017
riccione agosto 2017

 

 

43 risposte a “uno di quei giorni – un lunedì per caso.”

  1. …dall’ieri all’adesso in poi. E soprattutto in poi, che sa di domani, che sa di futuro, che sa di fossette e parafrasando un mio, nostro amico Andrea molto amato: che “sa di te”.

    1. adorata Signora Primo Commento, tutti sanno che io non so assolutamente contare.
      eppure, di poter contare su di te, quello l’ho sempre saputo. ❤️

    1. grazie Monica. il titolo non è mio, nel senso che non L ho inventato io, ma mi è stato regalato da un’amica davvero intima, che una volta, tanto tempo fa, mi ha definita proprio così. e io mi ci sono sempre molto ritrovata.
      ( anche Gracile Granito, il sottotitolo: stessa storia, ma amica più recente, nonnoer questo meno intima)

    1. ma voi siete la mia vita vera, mica le amiche immaginarie!
      attente che prima o poi potreste ritrovarvi, qui da qualche parte, eh…❤️❤️

  2. Che sia bellissimo leggerti, non è arognomento di discussione, interessate il lunedì, interessante che, un venerdì, abbia scelto un lunedì. Io amo terribilmente i lunedì, vorrei che fosse sempre lunedì, al venerdì arrivo stanco, e di solito, fino al lunedì successivo, non succede niente di interessante. I miei lunedì sono boe dove finalmente laschi e butti su lo spi e via che corri in planata. Così per dire.

  3. Sai che mi ci ritrovo molto nel tuo essere mafiosa, con poco dono della sintesi, con uno di quei venerdì che mancano.. nella testa unica e balzana che solo alle migliori capita di non avere e non volere! Buon viaggio acciaio B

  4. Fa caldo. Molto. La panna al sole si squaglia e l’acciaio si arroventa.
    Ma stranamente la cosa non ti riguarda.
    Ti confermi bersaglio mobilissimo, non solo agli occhi del destino.
    Ti auguro di trovare ad ogni cosa il suo posto mantenendo un po’ di disordine.
    Di inventarti parole nuove senza perdere il significato di quelle vecchie.
    Di usare l’ombra con saggezza per brillare poi di piu’.
    Di sopravvivere alle riunioni di condominio, anche quando non sara’ possibile uscirne a testa alta.
    Leggerti sara’ un regalo per la mente e per il cuore.
    Era ora!

    1. come dicevo, come TI, dicevo, molta parte di questa boutade – incluso il titolo del blog – si deve a te. Uno ti legge, specie se quell’uno sono io, e si capisce che ci siamo scritte anche da zitte, tu ed io, e forse lo abbiamo fatto anche prima di conoscerci, figuriamoci ora stando solo lontane di geografia. cercherò di meritare sia l’arroventamento che la dolcezza da squaglio che mi attribuisti un giorno ed ai quali scoprii con estrema meraviglia di assomigliare davvero. ti prego, non farmi mancare i tuoi commenti, le tue parole, le tue frecciate, le tue carezze, i tuoi sgabuffi. e que Viva, Sabi. ❤️

      1. Temo che Sabi, sia proprio speciale. Mi fate sentire un cretino a volte , ma il bello e che me lo fate anche piacere. Grazie

  5. Letto di fretta ma solo
    Per non perdere un attimo di te meravigliosa signora così così! !

    Ho tanto atteso un blog con tante parole così piueni di te e quindi di tanto, tantissimo…
    Mi Leggerò tutto con calma! Ma sono felice…ti leggo e sono felice e sorridente! Mi fai questo effetto qui

  6. Leggerti e’ meraviglioso. Riesci in poche righe a trasferire tante differenti emozioni che si racchiudono tutte in un sorriso. Spero che questo sia solo un inizio per arrivare ad un tuo libro. Trovo sorprendente il tuo personaggio perche’ amo le persone semplici che sanno raccontarsi e vivere con ironia e passione.
    Vai Super K!

  7. Cara Katia,
    che bella questa decisione che hai preso di aprire un blog. Scrivere è salvifico, brava
    Ti seguo mia adorata

    1. tesoro. grazie. ce l’ho fermo da quattro anni, ce l’ho nella penna dal duemila. e poi un giorno, un lunedì …così, semplicemente, è successo. ed eccoci qui. <3

  8. Toh, kg e il suo blog. Questo allora sarà un blo-k-er. Baci e buon vento.
    Ps il pranzo di pre-natale si avvicina…dobbiamo preparare l’odg!

    1. ehi Manfri! a ciascuno il suo, questo è K blog, non voglio scimmiottare nessuno! per ODG urge sollecitare la Sistah, non escludo qualche comparsata del Tandem, su questo blog … l’inverno sta arrivando!(cit.)

  9. ‘sono mezza elegante e mezza cialtrona come le diciotto e trenta, di un venerdì qualsiasi…. ‘

    Sei tu! È la straordinarietà di una vera lady con il cuore che sprizza ovunque, con lo sguardo birichino di una bimba curiosa che guarda il mondo a volte stupita, a volte arrabbiata ma che poi sorride sempre con tutta de stessa…come solo i bambini sanno fare…

    Che è quello che ho sempre amato di te!
    Unika! circondata da un mondo a volte finto che tu attraversi come se non te ne accorgessi e cospargessi di fiori ( veri) ovunque!

    Quanto mondo di emozioni belle c’è dietro questo K vocabolario un po’ inventato, un po’ vintage… quanto amo questa donna matta che mi rapisce sempre ….
    Sei bella vera!!
    Sono felice… ora ancora di più!
    Dai vediamoci !!!

  10. È un buon modo per sfogarsi … per liberare il cervello …. brava che hai la pazienza di rendere una lettura più che intelligente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *